Toghe rosse vogliono “arrestare” i resistenti di Torre Maura: 41 cittadini contrari ai Rom

Condividi!

Toghe rosse scatenate contro il popolo che protesta contro la propria sostituzione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono 41 i cittadini denunciati per i moti nel quartiere romano di Torre Maura, durante le proteste anti-zingari delle scorse settimane.

Tra le accuse figurano anche istigazione all’odio razziale e apologia di fascismo. Come se difendere il proprio quartiere dal degrado fosse ‘fascismo’ o ‘razzismo’.

I manifestanti che hanno sottratto il pane destinato agli zingari sono stati accusati di rapina. No comment.

Le altre ipotesi di reato vanno dalla manifestazione non preavvisata all’incendio doloso, dal danneggiamento all’interruzione di pubblico servizio. Pubblico servizio.

A seguito delle indagini effettuate dalla Digos, e in occasione del trasferimento di alcune famiglie rom in una struttura di accoglienza, è stata depositata un’informativa in Procura con la quale sono state segnalate all’autorità giudiziaria 41 responsabili dei disordini.

E’ tipico dei regimi arrestare chi manifesta. Pensate di fermare chi protesta con il carcere? Non si mette in galera una rivoluzione. Quando qualcuno ruba è reato, quando un popolo si ribella, è una rivoluzione.




2 pensieri su “Toghe rosse vogliono “arrestare” i resistenti di Torre Maura: 41 cittadini contrari ai Rom”

  1. Tutto bene ma gettare e calpestare il cibo (sempre che sia vero) è una bestemmia. La prossima volta non lo facessero. Sì, lo so, tanto i rom non ne avevano bisogno e lo avrebbero probabilmente gettato loro, come fanno gli ospiti dei “centri accoglienza”.

Lascia un commento