Stuprata per rito della mafia nigeriana: ecco i mandanti – FOTO

Condividi!

Si trova in ospedale ancora sotto choc, la studentessa bolzanina di appena 15 anni che lunedì pomeriggio ha subito un’aggressione ed una violenza sessuale mentre tornava a casa da scuola in sella alla sua bici lungo la ciclabile, nei pressi della confluenza del Talvera con l’Isarco, a Bolzano. Zona di bivacco dei profughi nel comune governato dal Pd.

Gli agenti hanno fermato e sottoposto al test del dna una decina di giovani sospettati.

Intanto, pare che l’ennesimo stupro ‘nigeriano’ con vittima una ragazzina italiana:

A 16 anni stuprata mentre torna da scuola: caccia a 2 nigeriani (profughi)

Sia un rito iniziatico della mafia nigeriana:

Violentata mentre torna da scuola: si parla di “rito iniziatico” nigeriano

In pratica, stuprano le nostre donne per dimostrare una supremazia territoriale. E’ così che gli invasori si comportano: stupri etnici.

In questi anni, Pd e Ong hanno lavorato essenzialmente a favore della mafia nigeriana. Quando inconsapevolmente non si sa, soprattutto nel caso delle Ong.

Lo hanno fatto importando una massa enorme di spacciatori, prostitute e questuanti. Ma quanti, esattamente?

Dal 2013 ne hanno scaricati in Italia 80 mila, quasi tutti arrivati sui barconi: è come se avessimo traghettato un esercito ostile in Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Fino al 2013, anno in cui il Pd ha preso in mano il governo da solo, con un golpe di palazzo, i nigeriani non erano nemmeno nella top ten delle nazionalità di ingresso. Poi il boom. In un crescendo che ne ha portati nel 2017 quasi 30 mila in un solo anno. Come se volessero accelerare questo trasferimento in vista dell’arrivo di un nuovo governo.

Se fosse un processo, l’accusa evidenzierebbe poi il fatto che per favorirne la permanenza in Italia, la stessa parte politica aveva inventato una nuova figura di asilo, la ‘protezione umanitaria’, fatta su misura per i nigeriani: che non fuggendo da alcuna guerra, non avrebbero potuto essere accolti.

Accuserebbe poi il Pd di averlo fatto per rifornire le Coop del partito di clienti a spese dei contribuenti. Un accusa particolarmente brillante, potrebbe poi sostenere che lo strano aumento di nigeriani sui barconi, coinciso con l’inizio dell’operazione Mare Nostrum fortemente voluta dal Pd, non sia stata casuale: possibile che il Pd abbia svenduto la sicurezza dei cittadini ‘solo’ per arricchire le coop? O c’era dietro dell’altro?

Detto più chiaramente: qui abbiamo un’organizzazione criminale che vuole trasferire in Italia migliaia di propri soldati, dall’altra parte abbiamo un governo che organizza una sorta di servizio taxi dalla Libia all’Italia, a cui poi si unisce quello privato delle Ong, tutte dai finanziamenti opachi: qui prodest?

Fatto sta che, alla fine, l’esercito della mafia nigeriana è stato trasferito in Italia. Ragazzine sono state stuprate e uccise. La droga circola a prezzi sempre più stracciati con una distribuzione capillare.

Qui abbiamo il movente. L’arma. E la vittima. Di tutto questo dobbiamo ringraziare la sinistra e i media che la sostengono.




Lascia un commento