Viterbo, italiano ucciso dai ladri: testa sfondata a sprangate

Condividi!

Gli hanno spaccato il cranio con un oggetto metallico. Poi, mentre si trascinava in cerca d’aiuto, lo hanno finito schiacciandogli la testa con uno scarpone.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ accaduto a Viterbo. Il cadavere è stato trovato nel primo pomeriggio da una donna. La vittima si chiama Norberto Fedeli, 70enne titolare di un negozio di abbigliamento.

Colpito alla testa per cinque volte con un oggetto. Ma lui, ancora vivo, avrebbe provato a trascinarsi fuori dal locale – come dimostra la striscia di sangue a terra – e i malviventi lo avrebbero finito con un calcio in testa.

Si tratterebbe secondo la polizia di un tentativo di rapina.

Ad accorgersi del corpo riverso a terra in una pozza di sangue è stata una parrucchiera che lavora accanto alla jeanseria che – accortasi della saracinesta ancora aperta – è entrata nel negozio per accertarsi che fosse tutto a posto. Le sue urla hanno richiamato l’attenzione della moglie della vittima (i due abitano a pochi metri) che, visto il marito in quello stato, ha accusato un malore ed è stata soccorsa dal 118.




Lascia un commento