Immigrato confessa: «Ho fatto 66 furti, ora sono ricco»

Condividi!

Darjel Prushi, albanese, ammette: «Quei 66 furti li ho commessi anch’io».

Ventisei anni, macellaio integrato, è rinchiuso nel carcere di Pordenone. E’ uno dei tre albanesi arrestati per le razzie tra Pordenone, Sacile e provincia di Treviso dello scorso inverno.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ieri, difeso dall’avvoacto Maurizio Mazzarella, è comparso davanti al gip Rodolfo Piccin per l’interrogatorio di garanzia. Bottino: oltre 2 milioni di euro.

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma ha comunque rilasciato spontanee dichiarazioni. Contrariamente al complice Edmond Et Hemaj, imbianchino, che sabato si è avvalso della facoltà di non rispondere, ha confessato.

L’altro ladro albanese è Nikoll, detto Nilu, Dobrozi, classe 1992, senza fissa dimora.




Un pensiero su “Immigrato confessa: «Ho fatto 66 furti, ora sono ricco»”

Lascia un commento