Il lavoro uccide, a Taranto record di tumori grazie a Ilva

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La maglia nera per il numero assoluto di malattie cancerogene imputabili all’attività lavorativa spetta a Taranto, seguita da Torino, Napoli, Milano, Genova e Venezia. Secondo l’Osservatorio nel Tarantino il 70% dei tumori denunciati è correlato al settore metalmeccanico: nel biennio 2017-2018 il maggior numero di infortuni mortali di lavoratori si registra nella provincia di Crotone (6,3 ogni mille) e, a seguire, nelle province di Isernia (5,9‰) e Campobasso (4,7‰).

Morire per lavorare. Chiamatela ‘Via della Seta’. Fino a che non ci saranno dazi, la concorrenza con Paesi dove si può inquinare liberamente, ‘costringerà’ ad inquinare anche in Italia: o i tuoi prodotti costerebbero troppo.

Ecco la Globalizzazione. Che precarizza il lavoro e uccide.

E i lavoratori almeno ci lavorano, gli abitanti che nemmeno lavorano ma respirano….

Di Maio, gran chiacchierone.




Lascia un commento