Atleti africani esclusi da maratona Trieste per il loro bene, PD non capisce e protesta

Condividi!

“Nessun atleta africano correrà la mezza maratona” che verrà disputata a Trieste fra poco meno di dieci giorni. Ma per questa sensata decisione, presa per motivi altamente morali, sui promotori del ‘Running Festival’ che si terrà nel capoluogo giuliano dal 3 al 5 maggio prossimo, si abbatte la furia del partito africano e anche un po’ razzista: il Pd.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’annuncio della decisione, presa per evitare lo sfruttamento dei soliti noti, arriva dal presidente dell’organizzazione che promuove la gara podistica – la Apd Miramar -, Fabio Carini: “Basta mercimoni – afferma -. Quest’anno abbiamo deciso di prendere soltanto atleti europei per dare uno stop affinché vengano presi dei provvedimenti che regolamentino quello che è attualmente un mercimonio di atleti africani di altissimo valore, che vengono semplicemente sfruttati e questa è una cosa che non possiamo più accettare”.

Il Pd, però, non capisce: “A Trieste siamo arrivati alle epurazioni nello sport: ultima follia di un estremismo che sta impregnando e snaturando la città, sulla quale i più alti rappresentanti politici e istituzionali hanno messo la faccia”.

C’è chi ce l’ha dove non dovrebbe essere.




Lascia un commento