Effetto Salvini: africani non vanno più in Libia, sanno che porti sono chiusi

Condividi!

Il ministro degli Esteri ha incontrato a Roma l’inviato speciale dell’Onu per la Libia, Ghassan Salamè.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quest’ultimo ha sottolineato: “Non dovete ossessionarvi con i centri detenzione, ne abbiamo pochissimi. Il flusso di persone che vengono dall’Africa occidentale si è quasi azzerato rispetto a un anno fa”.

Insomma, i porti chiusi di Salvini hanno bloccato il traffico di clandestini subsahariani che da Nigeria e altri Stati subsahariani andavano in Libia. Ecco perché anche se in questo periodo c’è una simil-guerra non partono lo stesso: non sono lì.

Ma se qualcuno inizia a parlare di ‘porti aperti’, faranno presto a ricominciare.




2 pensieri su “Effetto Salvini: africani non vanno più in Libia, sanno che porti sono chiusi”

Lascia un commento