Croce Rossa caccia i profughi: “Senza 35 euro accoglienza indegna”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sono senza vergogna. Tutto il sistema dell’accoglienza di Macerata è complice di quanto accaduto a Pamela, dovrebbero vivere in ginocchio, invece parlano.

La Croce Rossa di Macerata non parteciperà al prossimo bando per l’accoglienza dei cosiddetti profughi: il prezzo, 21-26 euro invece di 36 è considerato poco appetibile.

Sono questi i primi effetti del decreto Salvini sul territorio provinciale che hanno portato alla defezione dell’associazione a scopo di lucro che conta oltre mille volontari a pagamento.

Ad annunciarlo, durante la conferenza stampa di presentazione della mostra Passaggi a Palazzo Ricci, è la presidente del comitato locale, Rosaria Del Balzo Ruiti: «Con le nuove norme non saremmo in grado di assicurare un’accoglienza degna di un essere umano. E’ con la morte nel cuore che devo rendere pubblica questa decisione, condivisa dal Consiglio».

Ricordiamo alla signora Rosaria Del Balzo Vien Dal Mare, che che un pensionato al minimo vive con meno di 500 euro al mese. Con 21 euro al giorno parliamo di oltre 600 euro al mese: quindi, secondo la Croce Rossa, gli immigrati non possono vivere con più di quanto gli anziani italiani si fanno bastare.

Più probabilmente, invece, è il guadagno per loro che viene a mancare. Lo schifo erano i 35 euro, 1.100 euro al mese.




Un pensiero su “Croce Rossa caccia i profughi: “Senza 35 euro accoglienza indegna””

Lascia un commento