Sgominata cellula sostenitori ISIS a Perugia: 5 figli immigrati arrestati

Condividi!

Cinque immigrati musulmani che inneggiavano alla guerra santa su Facebook e altri social, facendo proselitismo, sono stati fermati a Perugia.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’indagine è scattata quando la Polizia postale si è imbattuta in alcune pagine Facebook e di altri social (stranamente aperti a tutti, senza filtri o chiusure) in cui venivano condivisi video dell’Isis.

Gli investigatori hanno subito individuato cinque persone, straniere e residenti a Perugia, ritenute i diffusori del materiale online e tra gli autori dei messaggi violenti che accompagnavano video e foto sui social. Sono scattati anche i sequestri di personale computer e telefonini da sottoporre a perizia per valutare provenienza e possesso del materiale terroristico.

Ragazzi in mimetica che maneggiano proiettili e Kalashnikov accanto a una bandiera nera: ci sono anche queste immagini tra le centinaia di post diffusi su Facebook dalla presunta cellula terroristica che sul web faceva proselitismo condividendo l’ideologia più estrema della guerra santa.

A carico dei cinque presunti terroristi islamici indagati a Perugia – ma sicuramente estremisti islamici – sarebbe già pronto il decreto di espulsione dall’Italia.




Lascia un commento