Brunei protesta con la Ue: lasciateci lapidare gay in pace

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il Brunei ha scritto al parlamento europeo per difendere la propria decisione di condannare a morte per lapidazione la sodomia, sostenendo che le condanne saranno rare in quanto richiede che due uomini di “alto livello morale e pietà” siano testimoni. Quindi solo in caso di ammucchiata.

In una lettera di quattro pagine ai membri del Parlamento europeo, la missione del regno nell’UE ha richiesto “tolleranza, rispetto e comprensione” per quanto riguarda il desiderio del paese di preservare i propri valori tradizionali e il “lignaggio familiare”.

Il nuovo codice penale, che prevede anche l’amputazione dei ladri e la punizione dei travestiti, è stato introdotto il 3 aprile, nonostante la condanna internazionale.

E’ più sovrano il Brunei di noi.

Sinceramente, siamo un po’ invidiosi del Brunei. Ricordiamo che le stesse leggi vigono, da decenni, in Arabia Saudita, ma nessuno pare preoccuparsene.




Lascia un commento