Fbi arresta milizia patrioti che bloccava clandestini al confine, polemiche

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

L’FBI, totalmente fuori controllo, ha arrestato il leader di United Constitutional Patriots, una milizia di cittadini che protegge il confine e deteneva gruppi di clandestini sotto la minaccia delle armi lungo il confine col Messico. Facendo quello che non fa lo Stato.

Si tratta di Larry Mitchell Hopkins.

Lo ha reso noto l’attorney general del New Mexico Hector Banderas, sottolineando che l’arresto “indica chiaramente che il ruolo della legge deve essere nelle mani di forze dell’ordine addestrate, non di vigilanti armati”. L’intervento dell’Fbi è una chiara violazione della Costituzione americana. E avrà grosse conseguenze.

Quando i federali fecero una strage a Waco, poi ci fu Oklahoma City.




Un pensiero su “Fbi arresta milizia patrioti che bloccava clandestini al confine, polemiche”

  1. Waco è un argomento molto interessante, dovreste approfondire e parlarne più spesso. In questo caso, comunque, la “Boomerwaffen”, come vengono chiamati questi vigilanti, ha palesemente violato le leggi detenendoli. Facevano prima a sopprimerli e occultarli nel deserto. La giurisprudenza americana è molto interessante.

Lascia un commento