Onlus: “Italiani vogliono fare carità solo a italiani, noi ci rifiutiamo”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“La situazione è migliorata perché ci sono meno profughi. Non ci sono più i bivacchi di tempo fa però la stazione Centrale rimane sempre un punto critico. Noi qui cerchiamo di fare il meglio e organizzare oggi una Pasqua serena per far sentire meno solo chi non ha nessuno”. Con queste parole Mario Furlan, presidente dei city Angels di Milano, lui per chi non lo conoscesse:

ha di fatto dato ragione a Salvini e alla sua politica dei porti chisi.

“C’è bisogno di portare più vita intorno alla stazione e c’è anche chi ha paura a passare di qua la sera”.

Furlan infine spiega anche come i cittadini, sempre di più, sono pronti a donare, ma solo agli italiani: “Ci sono persone che ci donano coperte e vestiti e chiedono che vengano dati solo agli italiani, ma noi gli rispondiamo che non ce ne frega niente della provenienza”.

Ma infatti, non c’è differenza tra chi paga migliaia di dollari per imbarcarsi e venire a spacciare, rispetto all’italiano che perde casa e lavoro. Non vi pare?

Non donate ad associazioni come Caritas et similia. Se volete che la vostra carità finisca agli italiani, rivolgetevi a Solidarietà Nazionale e CasaPound. O fatelo direttamente.

Se poi volete aiutare gli ‘altri’, fatelo a distanza. Come i bambini che muoiono sotto le bombe saudite nello Yemen. E che non vedrete mai sui barconi.




Lascia un commento