Vescovo bacia i piedi ai profughi: “Migranti sono una risorsa”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“I migranti non sono un problema, sono una risorsa”: ha sottolineato il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, dopo averne annusato con troppa attenzione i piedi, nell’omelia pronunciata ieri sera durante la messa del Giovedì Santo nella cattedrale di Perugia, città della quale è arcivescovo.

“Il problema è che manca il lavoro e manca seriamente” ha aggiunto il porporato.
Dimenticando che se non c’è lavoro, forse fare arrivare degli immigrati non è proprio una brillante idea, no?

Il cardinale ha compiuto la Lavanda dei piedi a giovani, lavoratori e cosiddetti profughi.

“Quanti dei nostri giovani, anche dall’Umbria – ha detto ancora Bassetti -, devono emigrare perché da noi manca il lavoro e non avrebbero un’avvenire. Il fatto emigratorio è un’osmosi, è uno scambio che deve fare riflettere soprattutto noi cristiani anche negli aspetti negativi”.

Riferendosi alla Lavanda dei piedi, il porporato ha ricordato che “con i giovani ci sono alcuni lavoratori, per richiamare l’attenzione al mondo del lavoro particolarmente caro alla Chiesa, in un’epoca non facile per chi è in cerca di occupazione, e dei profughi anch’essi giovani”.




2 pensieri su “Vescovo bacia i piedi ai profughi: “Migranti sono una risorsa””

  1. PER RISORSE SI INTENDE COME CARBONE FOSSILE NATURALMENTE! SONO RISORSE ENERGETICHE VANNO BUTTATI DENTRO I FORNI, SOPRATUTTO DONNE E BAMBINI CHE SPRIGIONANO UNA ENERGIA MIGLIORE… LE RISORSE ARABE E AFRICANE ESISTONO SOLO PER QUESTO SCOPO E NULL’ALTRO… CONCIME E PUNTO.

Lascia un commento