Italia e Libia collaborano per respingere clandestini: bene

Condividi!

Nuovo ‘scoop’ dei giornali finanziati dai contribuenti:

Che la guardia costiera libica collabori con quella italiana nei respingimenti di clandestini è cosa nota, l’Italia dà il giusto sostegno perché spacciatori e delinquenti vengano fermati prima che raggiungano le acque internazionali o le ong a pesca in zona.

E poi finiscano dai parroci che leggono Avvenire:

Profughi ospiti della parrocchia diventati ricchi spacciando

Che ci siano difficoltà di comunicazione è normale. Se si potesse respingerli direttamente sarebbe meglio, ma le ‘leggi’ Ue lo impediscono, per ora.

Avvenire ormai è diventato il megafono delle Ong. Il che non stupisce: rifornivano carne fresca ai vescovi per il business dell’accoglienza.




Lascia un commento