Ogni volta che un grillino apre bocca, un trafficante prepara un barcone.

Condividi!

Anche Giulia Grillo, ministro a tempo perso della Salute, spara a contro la politica dei porti chiusi voluta da Matteo Salvini. E dagli elettori.

“Se c’è gente che scappa dalla guerra non la puoi fare tornare là, credo sia fuori discussione. Ma non è detto che debba prenderla l’Italia, deve essere l’Europa a fare la sua parte”, dice con la solita ignoranza mostrata in questi giorni dai ministri grillini a Rainews24 il ministro della Salute.

Ancora: l’eventuale guerra in Libia non trasforma i nigeriani che vanno in Libia ad imbarcarsi in profughi. In 8 anni, solo 300 presunti libici si sono imbarcati verso l’Italia:

Non arrivano libici sui barconi: meno di 300 in 8 anni

Sembra quasi che tifino per la guerra e gli sbarchi e stiano preparando il terreno. Perché Toninelli non ha tolto la bandiera alla nave di Casarini, ad esempio?

Ogni volta che un grillino apre bocca sui porti aperti, un trafficante prepara un barcone.

Il ministro dell’Interno ieri sera ha fatto diramare una note in cui ha elencato tutte le leggi che legittimano la sua direttiva anti-Ong. “Siamo tranquillissimi perché il Viminale è la massima autorità per la sicurezza interna. Quindi la direttiva sui porti è doverosa, oltre che legittima, a fronte di un pericolo imminente”, si leggeva. Non a caso oggi, dopo gli arresti di Palermo a una cellula jihadista, il leader è tornato a ripetere che il rischio di terroristi islamici sui barconi è “certo” e che “è necessario” non “far arrivare” altri “potenziali terroristi” via mare. E a decidere sui porti aperti è il titolare del Viminale. E nessun altro.

Capito?

Salvini: “Migliaia di terroristi islamici in Libia, non li voglio sui barconi”

Del resto Salvini è sotto assedio da parte di tutto quel complesso che faceva affari con gli sbarchi: dalla Mafia nigeriana alle coop, dal Pd alla ‘ndrangheta, passando per il Vaticano.

Via Crucis di Bergoglio contro i porti chiusi di Salvini: ci vuole ai piedi degli africani

Ma hanno un problema: il popolo è con lui.

Salvini: “I militari sono con me, porti chiusi” – VIDEO




Lascia un commento