Accerchiati da 30 immigrati: profugo spezza dito ad agente

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Due agenti della polizia locale di Vicenza finiti all’ospedale, dopo essere stati aggrediti e presi a morsi da un profugo nigeriano di 21 anni, richiedente asilo in possesso di un permesso per motivi umanitari, che poi a fatica è stato immobilizzato e successivamente arrestato. Mentre altre decine di africani circondavano i due agenti e tre militari.

Il famoso ‘permesso umanitario’ abolito dal decreto Salvini.

Il fatto è avvenuto ieri sera, 16 aprile, poco prima delle 19.30, a Campo Marzo a Vicenza, che si conferma una delle aree a maggior rischio criminalità.

L’africano è stato avvicinato da 3 militari, in servizio permanente nel parco cittadino, che gli hanno chiesto i documenti. Di fronte al rifiuto di fornire la proprie generalità, gli stessi poliziotti hanno poi chiesto rinforzi, facendo arrivare sul posto una pattuglia dei vigili urbani.

Lo straniero è andato su tutte le furie, aggredendo e mordendo violentemente uno dei due: per qualche minuto si sono vissuti attimi di paura, con la gente che si allontanava, visto che le forze dell’ordine sono state accerchiate da una trentina di immigrati di colore, giunti sul posto con fare minaccioso.

Solo l’arrivo sul posto di ulteriori poliziotti e di una pattuglia dei carabinieri ha evitato il peggio e permesso di arrestare l’aggressore, poi trasferito al comando della polizia locale.

L’agente che ha subito il morso ha riportato la frattura alla falange di un dito, tale da richiedere probabilmente un intervento chirurgico.

«Sono vicino – le parole di Rucco, sindaco di Vicenza – agli agenti della polizia locale aggrediti. Questo fatto dimostra in modo esemplare la dedizione e l’impegno del nostro corpo di polizia locale. E anche l’importanza di continuare a presidiare Campo Marzo insieme alle altre forze dell’ordine, con l’obiettivo di riportare alla normalità quella parte di centro storico».




2 pensieri su “Accerchiati da 30 immigrati: profugo spezza dito ad agente”

  1. Scusa Vox, ma questi mirdo o sempre, ma non e’ strano? Ma non sara’ che gli dicono di mordere cosi’ la pena e’ poca e il danno al polziotto grande? Ma quanto ci mette un agente magari di 45 o 50 anni a recuperare la funzionalita’ di un dito mozzicato? Ciie’ il poliziotto poi non si abbottona piu la camicia per sei mesi!!! Ma ci rendiamo conro Salvuni? VANNO ABBATTUTI!

  2. davanti a queste aggressioni i poliziotti dovrebbero avere il permesso di usare le armi e sparare senza avere poi l’incubo di processi che vengono portati avanti da giudici che non si trovano mai in strada in queste situazioni ma comodamente seduti in tribunale!

Lascia un commento