Scoperti i piani di ISIS: stragi ferroviarie e oleodotti, così immigrati vogliono colpire l’Europa

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Una serie di devastanti attacchi terroristici sono stati pianificati in tutta Europa, secondo i dati trovati su un disco rigido abbandonato dai jihadisti di ISIS in Siria e ottenuto da The Sunday Times.

I file scoperti rivelano che il gruppo sta pianificando di replicare gli attacchi precedenti come parte di una nuova campagna di terrore islamico in Europa e nel Medio Oriente.

ISIS è stato cacciato dalla sua ultima roccaforte in Siria il mese scorso, ma i dati scoperti forniscono informazioni sulle attività. Il gruppo terroristico gestisce ancora una sofisticata rete internazionale, sposta i combattenti oltre i confini e finanzia le loro operazioni, dall’hacking all’omicidio, dicono i file.

“Uccidere gli infedeli, hackerare banche attraverso conti bancari, rapine in banca o furti in luoghi che sono stati sottoposti a screening”, c’è scritto nei documenti.

Una delle lettere ottenute da The Sunday Times, firmata da sei leader di ISIS e indirizzata al “califfo” del gruppo, Abu Bakr al-Baghdadi, descrive la strategia internazionale. Le operazioni all’estero, secondo i documenti, dovrebbero essere guidate da un membro chiamato Abu Khabab al-Muhajir, che controlla due cellule terroristiche in Germania e una in Russia.

Gli attacchi in Europa dovrebbero essere perpetrati da immigrati membri di ISIS che vivono già nel continente.

Le lettere scoperte descrivono in dettaglio gli attacchi da effettuare in Europa entro tre settimane dalla data in cui sono stati redatti, cioè alla fine di dicembre. Gli obiettivi specifici menzionati nella lettera comprendevano un treno ad alta velocità in Germania (vennero trovati binari vandalizzati) e un oleodotto vicino alla città svizzera di Basilea, al confine con la Francia.




Lascia un commento