Gentiloni ci spera: improbabile guardia costiera libica continui ad operare

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Gentiloni ci spera: “E’ difficile che la guardia costiera libica continui ad operare. C’è il rischio di una ripresa di nuovi arrivi. Certamente il governo non se la può cavare con questa meschina propaganda della chiusura dei porti. D’altra parte arriverebbero in Italia rifugiati che hanno il diritto di asilo, sarebbe automatica la necessità di tenere aperti i porti”, ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio.

Certo, perché se in Libia si sparano, i nigeriani diventano profughi.




Un pensiero su “Gentiloni ci spera: improbabile guardia costiera libica continui ad operare”

  1. questi deficienti che parlano a vanvera sanno la differenza tra profughi e clandestini? il vero profugo non abbandona mai il proprio paese, alla meno peggio va a cercar rifugio nel paese confinante per poter ritornare a casa appena ciò sia possibile. Il clandestino è invece quell’individuo che si trova nel paese perchè voleva arrivare in Europa e per questo non si può etichettarlo come profugo. I piddini sentono l’astinenza dei centri profughi che faceva lucrar loro milioni di euro?

Lascia un commento