“Io non pago”, immigrato semina il panico sul bus

Condividi!

Ieri sera, a Ventimiglia, un immigrato marocchino di vent’anni ha scatenato il caos sull’autobus, dando il via ad un fuggi fuggi tra i passeggeri, che hanno subito allertato la polizia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Regolare in Italia, che è stato denunciato per i reati di danneggiamento aggravato, percosse e interruzione di pubblico servizio.

Il nordafricano era salito sul mezzo con una bottiglia di birra in mano, e in modo arrogante, pretendendo di non pagare il biglietto. La situazione è degenerata quando l’autista ha osato chiedergli di rispettare il regolamento o a scendere.

A quel punto ha inizia a gridare, minacciando i passeggeri e prendendo a calci e pugni i vetri e i sedili del mezzo. Poi si è scaraventato contro un turista francese intervenuto a difesa del conducente e dopo essere sceso, ha grida più volte: “Non pago”.

Così l’autista chiude le porte per ripartire, lasciandolo a terra, ma lui spacca la bottiglia di vetro, scaraventandosi contro il finestrino lato guida e il parabrezza. L’episodio ha provocato l’inevitabile panico tra i passeggeri.

Gli agenti hanno poi bloccato l’immigrato, ma il fuori programma ha provocato circa un’ora di ritardo, in quanto i danni riportato al parabrezza hanno costretto l’autista a interrompere la prosecuzione del servizio e a richiedere un veicolo sostitutivo.




Lascia un commento