Salone del Mobile, orde di Nomadi incinte assaltano visitatori: borseggiano a gruppi di 40

Condividi!

Zingari borseggiatrici all’assalto del Salone del Mobile di Milano.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Polizia ne ha bloccate 17 tutte insieme ad Amendola-Fiera dopo un borseggio a una turista, scoprendo che 13 erano incinte. Una 17enne e’ stata arrestata, mentre due complici, entrambe in stato di gravidanza, solo denunciate.

Le segnalazioni sulla loro presenza, ieri, hanno incominciato a giungere dai cittadini sin dalle 8 del mattino, e sugli schermi sono state viste muoversi, secondo quanto riferito, in gruppi di 30-40.

Se vogliamo risolvere il problema delle zingare incinte, oltre all’immediata espulsione – non si capisce perché non rimandarle in Romania o, ancora meglio, in Bosnia -, deve essere prevista per legge la sterilizzazione di chi sfrutta la gravidanza per delinquere. Queste ci prendono per culo da decenni. E le paghiamo anche per fare figli. Le giunte Pd e M5s danno a queste ‘famiglie’ anche le case popolari.

Per la consigliera regionale e comunale, Silvia Sardone: “Milano ormai e’ diventata la Mecca del borseggio in occasione dei grandi eventi. Perche’ il Comune, durante la Design Week e le altre fiere che richiamano migliaia di persone in citta’, non predispone dei pattuglioni nei mezzanini con personale Atm misto ad agenti della polizia locale?”. Cosi’ commenta in una nota i controlli nei confronti di un gruppo di donne di etnia rom e l’arresto di una di esse per rapina svolti dagli agenti della polmetro sulla linea M1 mercoledi’ mattina, in concomitanza con il Salone del Mobile di Milano. “Con l’arrivo delle migliaia di turisti in citta’ per la Design Week gli affari – continua – procedono a gonfie vele per le borseggiatrici rom sulle metropolitane. La stragrande maggioranza di loro e’ come al solito incinta: le rom giocano sulle gravidanze per evitare il carcere e questo e’ inconcepibile. Con che futuro potranno crescere quei bambini? Servono fermezza e tolleranza zero per debellare questa piaga”, conclude Sardone.

Ps. In foto zingare all’opera in Spagna. Perché loro sono ‘senza frontiere’.




Lascia un commento