Profugo ‘trova’ 13 portafogli e non li restituisce: shopping selvaggio

Condividi!

AGGIORNAMENTO:

Profugo con 12 carte prepagate: “Ce le danno appena sbarchiamo in Italia”

In questi giorni – ma non solo – impazzano sui media le storie di profughi che trovano portafogli e li restituiscono. Spesso sono vicende al limite dell’irrealtà.

VERIFICA LA NOTIZIA

Meno facile è trovare sui media casi molto più comuni: profughi che i portafogli li rubano.

Come nel caso di un africano arrestato negli scorsi giorni a Reggio Emilia per esser stato trovato in possesso di 13 carte di credito.

Il gambiano di 20 anni si è poi scoperto essere ospite di un centro d’accoglienza sito in città. Il solito profugo.

Oltre alle carte anche più di 400 euro in banconote di vario taglio e scontrini che certificavano le numerose operazioni di prelevamento di denaro compiute dall’africano. Perché il genio conservava gli scontrini.

Le carte sono risultate appartenere a differenti intestatari, alcune anche di proprietà di altri ospiti della struttura presso cui vive il gambiano. Per alcune di esse, i carabinieri erano riusciti a risalire a denunce di furto o smarrimento.

Insomma, si apprende che i sedicenti profughi hanno le carte di credito, ma intanto noi li manteniamo!

Utilizzate sia per prelevamenti che per pagare prodotti acquistati in un centro commerciale della zona, le carte di credito sono state sequestrate e poi restituite ai proprietari.

Per il gambiano è scattata invece la denuncia con l’accusa di indebito utilizzo di carte abilitate al pagamento e ricettazione.




Lascia un commento