CastelVolturno: immigrati linciano italiano, salvato da militari

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Investe e uccide un immigrati che procedeva allegramente in bici, si ferma per soccorrerlo e chiamare aiuto, ma viene circondato minacciosamente da una folla di immigrati che vogliono linciarlo.

E’ stato salvato da Polizia e Carabinieri e denunciato per omicidio stradale.

E’ accaduto a Castel Volturno (Caserta), zona occupata dalla mafia nigeriana, dove gli italiani sono stranieri.

Lo sventurato ciclista è un ghanese di 61 anni, si trovava all’esterno dell’ennesimo centro per immigrati gestito della Caritas Fernandes, che frequentava da un paio di anni. Perché, ricordatelo: ci pagheranno le pensioni.

Stava attraversando la statale Domiziana proprio per entrare al centro quando è stato preso in pieno dall’automobilista, italiano, che si è fermato chiamando subito i soccorsi. In poco tempo però una folla di immigrati si è riunito sul luogo dell’incidente, e l’automobilista è stato costretto a fuggire per non essere linciato.

Alla fine sono intervenuti carabinieri e polizia.

Lo scriviamo per l’ennesima volta: a Castel Volturno serve un rastrellamento dell’esercito per cacciare le migliaia di clandestini presenti. L’ideale sarebbe anche bombardare i centri della Caritas, come fossero caserme nemiche, ma, ovviamente, non si può fare. Quindi ci accontentiamo del rastrellamento con espulsioni di massa.




Vox

Lascia un commento