Gli avvocati di Soros vogliono registrare i clandestini all’anagrafe

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dopo la delirante ordinanza del Tribunale di Firenze del 18 marzo scorso (n. 361/2019), che ha imposto al Comune di Scandicci l’iscrizione nell’anagrafe comunale di un richiedente asilo, di fatto un clandestino, la famigerata ASGI, finanziata da Soros, punta ad imporre l’iscrizione di questi finti profughi – in molti casi spacciatori nigeriani – in tutti i comuni italiani. In pratica bypassando il Parlamento italiano e la sovranità popolare.

L’avvocato Andrea Callaioli di Asgi (Associazione studi giuridici sull’immigrazione), che sostiene la diffida al Comune di Pisa depositata, all’indomani della pubblicazione dell’ordinanza del Tribunale di Firenze, da Ciccio Auletta, capogruppo di “Diritti in Comune” (Una Città in Comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile), contro l’applicazione della Legge Salvini , minaccia: “se un sindaco, in qualità di ufficiale di governo e quindi anche di ufficiale dell’anagrafe, si rifiutasse di dare la residenza a un richiedente asilo incorrerebbe nel reato di omissioni di atti d’ufficio perseguibile penalmente”.

Questa ASGI agisce così: presenta ricorsi in tribunali ideologicamente vicini alla causa per creare precedenti.

E’ tempo di mettere fuorilegge la associazioni che vengono finanziate da loschi speculatori stranieri. E di depotenziare le toghe rosse.




Lascia un commento