Cargo dirottato da clandestini: Malta schiera navi militari

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Gli afroislamici dichiarano guerra all’Europa. Fino a che i porti erano aperti, fingevano debolezza, sfruttando l’idiota pietismo solleticato dai media di distrazione di massa.

Ora che sono chiusi, gettano la maschera, e passano alla violenza.

La petroliera El Hiblu 1 è stata infatti sequestrata da 108 clandestini quando si trovava a sei miglia al largo della costa libica. Il capitano della nave si stava dirigendo verso la Libia dopo aver salvato i migranti, quando è stato preso in consegna da alcune delle “persone” che aveva salvato.

Poi è stato costretto a virare verso nord. Questi hanno pagato per venire in Italia, mica per tornare in Libia.

Ora è considerata dalle autorità di Malta e Italia come una “nave pirata”.

Due navi della guardia costiera libica starebbero seguendo la nave, che batte la bandiera di Palau, un piccolo stato insulare della Micronesia.

Il suo ultimo contatto conosciuto era un allarme inviato dal suo capitano che avvertiva che era sotto “pirateria”.

La nave era salpata dalla Turchia e un certo numero di cittadini turchi fa parte del suo equipaggio. La loro condizione non è nota.

Italia e Malta hanno dichiarato che non permetteranno alla nave di entrare nelle proprie acque territoriali.

Alla velocità attuale, la nave dovrebbe raggiungere Malta presto giovedì:

Mercantile dirottato da clandestini, eccolo – MAPPA

Malta ha schierato il dispositivo anti-pirateria, con navi militari ai limiti delle proprie acque. Non appena la nave entrasse entro le ‘acque contigue’, 24 miglia nautiche al largo della costa di Malta, le autorità potranno intervenire.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha descritto la presa della nave come un “atto di pirateria” e un portavoce del governo maltese ha parlato di “nave pirata”.

Intanto i trafficanti sotto inchiesta di Mediterranea solidarizzando con i delinquenti:

Forse le navi mercantili dovrebbero lasciare che i barconi affondino. Tanto sono carichi di delinquenti.




Lascia un commento