Trieste, Comune nega piazza a Gay Pride

Condividi!

Il Comune di Trieste non concederà l’utilizzo di Piazza dell’Unità d’Italia all’Fvg Gay Pride in programma il prossimo 8 giugno in Friuli Venezia Giulia. Il Comitato organizzatore si dichiara, in una nota, «indignato» dopo aver ricevuto la risposta ufficiale dall’amministrazione di centrodestra guidata dal sindaco Roberto Dipiazza e per la presa di posizione del governatore della Regione Massimiliano Fedriga «che dichiara di voler concedere il patrocinio regionale al Congresso Mondiale delle Famiglie nonché di volervi partecipare in veste ufficiale in qualità di Presidente del Friuli Venezia Giulia».

Basta pagliacciate. Finalmente un Comune serio.




2 pensieri su “Trieste, Comune nega piazza a Gay Pride”

Lascia un commento