I sogni bagnati della Gazzetta: una nazionale senza italiani

Condividi!

I media di distrazione di massa sono talmente ridicoli da risultare ormai imbarazzanti:

Il gol al debutto dal 1' è solo l'ultima prodezza

Posted by Il Giornale on Monday, March 25, 2019

Quelli della Gazzetta, invece, tra una donnina seminuda e un articolo contro il ‘sessismo’, hanno un sogno bagnato ancora superiore:

Sognano la coppia tutta nera. Sintesi della sostituzione etnica per la quale tifano: finché non dovesse toccare al loro inutile lavoro di giornalisti di gossip, ovviamente.

Notizia ai media di distrazione di massa: potete scrivere quello che volete, propagandare quello che volete. Per noi, né Kean né tanto meno l’altro vostro cocco saranno mai italiani. E non per questione di merito, perché la Cittadinanza non è un merito, ma per ontologia: non esistono neri italiani, così come non esistono bianchi nigeriani o cinesi. E non per disprezzo o razzismo, ma perché è l’ordine naturale delle cose.

Poi, sul valore del calciatore si può discutere quanto volete, secondo noi è scarso, e come tutti i giocatori africani trae in inganno gli addetti ai lavori perché hanno una maturazione precoce. Con conseguente declino fisico precoce, come Balotelli. Quindi è difficile capire a quell’età se uno è Pelé o Balotelli. Ma questo è un altro discorso.




Un pensiero su “I sogni bagnati della Gazzetta: una nazionale senza italiani”

Lascia un commento