Battisti confessa: Saviano che lo difese chieda scusa a vittime

Condividi!

Ora che Cesare Battisti ha finalmente confessato di essere stato un terrorista:

Battisti ammette i 4 omicidi: “Credevo fosse una guerra giusta”

Saviano, che fu tra gli intellettualoidi di sinistra che firmarono un appello in solidarietà al terrorista rosso, deve chiedere scusa.

Rimarrà comunque a sua eterna vergogna, visto che ha anche poliziotti che gli fanno da scorta. Ma almeno sarà un segno di pentimento. Dovuto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Solo dopo le polemiche – e cinque anni (5 anni!) – ritirò la firma. Come un bambino che finge di non avere rubato la marmellata.

Vauro difende ancora Battisti: “Erano anni orribili”

Ora è tempo di “pubbliche scuse ai familiari delle vittime da parte di Roberto Saviano, Vauro e tutti gli intellettuali e i politici che nel 2004 sottoscrissero un delirante appello di solidarietà” a Battisti.

Saviano dirà che ha ritirato la firma, pensate un po’ dopo soli cinque anni ed essere diventato famoso. Non conta. Quella firma resta indelebile segno di infamia.

Le scuse non sono sufficienti, ma sono necessarie.




Un pensiero su “Battisti confessa: Saviano che lo difese chieda scusa a vittime”

Lascia un commento