Due piccoli africani giù dall’8° piano: morti, padre in questura

Condividi!

Due piccoli africani sono morti dopo essere precipitati dall’ottavo piano di un palazzo della periferia di Bologna.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si tratta di un 14enne e un 11enne. È successo intorno alle 10.

Il 118 che ha tentato invano di rianimarli.

Al momento non si conoscono le cause di quello che è successo. I residenti sono sotto choc dopo aver visto i due corpi sull’asfalto.

Sono morti precipitando dall’ottavo piano di un palazzo. È accaduto attorno alle 10 nella periferia di Bologna, in via Quirino di Marzio.

Due ragazzini di 14 e 11 anni hanno perso la vita dopo essere precipitati. Sul posto sono intervenuti polizia scientifica, squadra mobile e 118, che hanno tentato invano di rianimarli. I residenti sono sotto choc dopo aver visto i due corpi sull’asfalto.

Il padre dei due ragazzini kenyoti è stato portato in Questura. Lì avrebbe detto: “È stata una tragedia”.

Era solo in casa con i bambini, mentre la madre, si trovava fuori casa assieme agli altri due figli. Quattro figli.

Un vicino di casa, Franco Pizzuti, avrebbe visto la scena: “Stavo andando al bar, erano le 10.25, ho visto la scena e un mio amico ha chiamato l’ambulanza. Quando ho visto i soccorritori mettersi le mani nei capelli ho capito…per quei due ragazzini non c’era niente da fare. Li conoscevo di vista”.

Un altro testimone: “Abito al primo piano e ho sentito solo il rumore dei corpi a terra, erano da soli in casa con il padre. L’anno scorso, il padre chiuse i due bambini in bagno. Vennero la polizia e i vigili del Fuoco. Lui credo non lavori, la madre fa la parrucchiera. Se ci fosse stata lei si sarebbero salvati”.

Abbiamo proprio bisogno di africani che non lavorano e si fanno mantenere dalla moglie. Ma chi dà i permessi di soggiorno? Questo è l’effetto dei ricongiungimenti familiari. Una follia.




3 pensieri su “Due piccoli africani giù dall’8° piano: morti, padre in questura”

Lascia un commento