Senegalese conferma: “Agito per vendicare migranti morti in mare”

Condividi!

Ha agito dopo aver sentito “voci dei bambini che stavano morendo nel Mediterraneo” che gli avrebbero chiesto di fare “qualcosa di clamoroso affinché questo non accada più”. Sono le parole pronunciate da Ousseynou Sy durante l’interrogatorio di garanzia davanti al gip nel carcere di San Vittore. Il 20 marzo l’uomo ha sequestrato un bus con 51 studenti a bordo e gli ha dato fuoco.

E’ evidente il tentativo, dopo il fallito attentato e il suggerimento dell’avvocato, di passare per insano.

Comunque, è il primo terrorista umanitario. Se è folle, la sua follia è figlia della propaganda di sinistra che alla fine ha trovato il proprio ‘eroe’ in un senegalese armato di accendino.

Se invece non è folle, è lo stesso.




Un pensiero su “Senegalese conferma: “Agito per vendicare migranti morti in mare””

  1. Era nervosetto da lunedì – il problema non sono i clandestini della Mare Jonio ma Tarrant. In ogni caso spero che gli diano una pena ridicola per rendersi automaticamente ridicoli.

Lascia un commento