Riccardo, il vero eroe del bus cancellato dai media perché italiano – VIDEO

Condividi!

Oltre a Niccolò, che si è offerto in ostaggio:

Niccolò si è offerto in ostaggio al senegalese: ma del piccolo eroe italiano non parlano, devono parlare di Ramy

C’è la storia di un altro ragazzino italiano che è stata messa in secondo piano dai media.

Questo è Riccardo, italiano. Subito dopo la tentata strage dell’autista senegalese, è stato intervistato:

Salutato da Salvini come il ‘bambino eroe’:

Poi, il suo video è sparito dai media cosiddetti ‘ufficiali’. Non serviva alla narrativa immigrazionista. Sostituito da quelli di Ramy e Adam, due non italiani.

La loro presenza era necessaria per tentare di distogliere l’attenzione dalla catastrofe di un ‘nuovo italiano’ che tenta di bruciare vivi 51 bambini.

E’ così iniziata la propaganda del bambino marocchino senza cittadinanza italiana (se è marocchino, perché renderlo italiano?) che ha salvato tutti.

Non è andata così. Sono stati tutti degli eroi, in quella situazione ma, casualmente, i media hanno cancellato il bambino italiano e messo in evidenza quello straniero.

Nonostante a rischiare la vita fosse stato Riccardo: si toglie le fascette e recupera il telefono!

E’ stato stato proprio Riccardo, il ragazzino italiano, in un’intervista rilasciata al Corriere, a spiegare di nuovo quanto accaduto: “Un mio compagno, Rami, aveva nascosto il cellulare, ha fatto le prime chiamate al 112”, evidentemente inutili.

“Ad un certo punto gli è caduto per terra, senza farmi vedere sono andato a raccoglierlo e l’ho passato ad Adam, dietro di me“.

Riccardo, insomma, ha giocato un ruolo fondamentale: senza di lui, probabilmente, sarebbero tutti morti.

Ma lui è stato cancellato. Perché non serviva alla disgustosa propaganda per lo ius soli.




Lascia un commento