I radical chic indossano il giubbotto dei clandestini

Condividi!

Dalle magliette rosse ai giubbotti arancioni. I radical chic hanno un nuovo abbigliamento.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Siamo Orange Vest Movement, e ci impegniamo a combattere con tutte le nostre forze chiunque consideri un atto di solidarietà un crimine umano. Siamo un movimento salva gente, partorito da una comunità internazionale che crede che ogni persona meriti di essere salvata.
Indossare l’Orange Vest significa non restare indifferenti alle migliaia di morti nel Mediterraneo Centrale. Abbiamo bisogno di te affinché sempre più gente lo indossi e sempre meno gente venga lasciata morire in mare, in questa assurda campagna di criminalizzazione delle Ong”.

Probabilmente anche Sy Ousseynou indossava il suo bel giubbetto arancione prima di salire sul bus. Del resto, lui è il primo terrorista umanitario.

Infatti Orange Vest Moviment sostiene proprio l’Ong Mediterranea Saving Humans che recentemente, ignorando gli ordini della Guardia di Finanza, ha portato 49 clandestini a Lampedusa. Vicenda che, come spiegato dal senegalese, l’ha convinto ad agire e bruciare vivi 51 bambini.

Tra i “testimonial” di questa nuova iniziativa non poteva mancare il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: “Indosso Orange Vest per restare umani. Questo lo splendido, semplice invito rivolto a tutti noi da Vittorio Arrigoni e fatto proprio da migliaia di uomini e donne che di fronte alla violenza e all’indifferenza hanno scelto di essere e restare umani. E questi giubbotti che salvano vite, salvano anche noi, la nostra umanità, la nostra possibilità di restare umani”.

Sono una setta, chiamateli gli ‘arancioni’.

ANCHE:




Un pensiero su “I radical chic indossano il giubbotto dei clandestini”

  1. Incredibili e rivoltanti facce da culo….che come solito, parlano di restare (infatti loro lo sono sempre stati, è sufficiente guardarli in faccia per capirlo)…….umani.

    Poi cosa fanno?…….tolgono il giubbotto arancione ai poveri profughi per indossarlo loro……adesso capisco perchè ne affogano così tanti……e chi è il responsabile di tutto questo ”orrore”….
    e se qualcuno mai li contesterà…..saranno pronti a rispondere: ”Beh?…..e che dovevamo far morire di fame gli squali?”……noi amiamo TUTTI gli animali…..anche quelli con le pinne….e poi….con loro condividiamo il 99,9% di patrimonio genetico (Selaci ed affini)……e si capisce anche il resto.

Lascia un commento