La baracca abusiva del nigeriano prende fuoco: “Stati i rassisti”

Condividi!

Nonostante le smentite di carabinieri e vigili del fuoco, i giornali del gruppo Espresso continuano con titolo: “Molotov razzista”

«Non ho mai fatto male a nessuno. Perchè mi hanno fatto questo? Vivo qui senza dare problemi».

VERIFICA LA NOTIZIA

Così un clandestino nigeriano, che ha ‘solo’ eretto una baracca abusiva alla periferia di Torino. Costruzione che l’altro giorno è andata a fuoco.

«Ho sentito un’auto sgommare e fuggire. Mi hanno buttato una bottiglia di benzina sulla tettoia. Ho fatto appena in tempo a fuggire». Ma questa sua ‘denuncia’ è stata smentita da residenti e investigatori: non ci sono resti di molotov.

Il nigeriano, vive da tempo a Torino all’imbocco di un tunnel ferroviario dismesso. Abusivamente.

Un ammasso di tende e lamiere di plastica ricavato utilizzando un varco nelle barriere che bloccano l’entrata della galleria.

L’incendio è divampato l’altra mattina poco dopo le 8. I primi a soccorrerlo sono stati alcuni vigili del fuoco che stavano rientrando in caserma dal turno notturno all’aeroporto di Caselle.

«Non ho più niente. Sono subito scappato fuori. Non ho avuto il tempo nemmeno di portarmi via le scarpe. Non ho più i documenti». Ma che sfortuna, ha perso proprio i documenti.

Nessuno ha raccontato agli agenti di aver visto un’auto fuggire a forte velocità. La squadra dei vigili del fuoco intervenuta a spegnere l’incendio non ha trovato tracce di molotov o bottiglie incendiare, o tracce di acceleranti.

La polizia: «Conosciamo il soggetto. Ha problemi mentali, il suo racconto non è molto affidabile» dicono in questura.

Eppure nessuno si è preso la briga di sgomberarlo e rimandarlo in Nigeria. Aspettiamo che sgozzi qualcuno a Torino?




4 pensieri su “La baracca abusiva del nigeriano prende fuoco: “Stati i rassisti””

  1. Questi imbecilli che invocano ”sistemazione” in un paese già da sempre sconquassato da
    balordi corrotti nativi….farfugliano di fantastiche occasioni se si riesce ad arrivare (pagando)
    in italia dettate dai bastardi DEMenti….e gli andava anche molto bene sino a poco tempo fà….data il perfetto connubio tra la loro natura parassita e
    la stupidità degli invasi. Invocano magari di esser stati presi in giro…..ma avreste ben dovuto capire nonostante il Q.I ben scarso
    che le cose son diverse…ed avvertire gli altri a scartare l’idea…..e tornarvene nelle fogne da dove siete partiti, ma questo non accade….molto strano vero?

    …..anzi….seguitano ancora a venir qui….deve essere molto lenta l’informazione da quelle parti….oppure molto più realisticamente,
    agli afropitechi conviene ancora ugualmente…..

    In effetti tra permanere in uno zoo…o in mezzo alle strade di altri paesi a rompere i coglioni ma sufficientemente spesato
    dai pirla del posto…..la scelta è ovvia anche per un orango

Lascia un commento