Chi ha dato la bandiera italiana all’Ong di Casarini?

Condividi!

Da mesi si era a conoscenza dei piani eversivi dell’ong Mediterranea, finanziata da Soros e da Banca Etica (etica un cazzo) per riaprire il traffico di clandestini dalla Libia utilizzando la bandiera italiana.

Da mesi si sapeva che a capo di questa missione umanitaria (umanitaria un cazzo) c’era lui, il vecchio arnese dei centri sociali: Luca Casarini. Pregiudicato e in contatto con la criminalità organizzata:

Mare Jonio, Questura: “Casarini ha contatti con criminalità organizzata”

Eppure, a nessuno è venuto in mente che non fosse il caso lasciare partire la Mare Jonio verso la Libia.

Nonostante i segnali fossero chiari sulle intenzioni:

Ong annuncia arrivo in Libia, ‘scafista’ risponde: “Vi aspetto”

Ora vorremmo una risposta a questa domanda: chi è l’idiota che ha dato la nostra bandiera a questi trafficanti umanitari? A questi trafficanti umanitari guidati da un pregiudicato in contatto con la criminalità organizzata.

Toninelli ha per mesi chiesto ai Paesi Bassi di togliere la bandiera alla nave Sea Watch3, e ora ci troviamo con una ‘italiana’ carica di clandestini in acque italiane.

Una nave di centri sociali guidata da un noto ex teppista rosso con vari precedenti.

E’ vero che prima di togliere una bandiera ci deve essere un ‘casus belli’ (e ora c’è, e anche enorme), ma era molto prevedibile dove sarebbero andati a parare.




Lascia un commento