Troppi islamici: 400mila ebrei in fuga dall’Europa

Condividi!

Negli ultimi vent’anni l’aumento dell’antisemitismo, ovviamente dovuto al boom dell’immigrazione islamica, ha costretto quattrocentomila ebrei a lasciare l’Europa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha dichiarato oggi in un’intervista a Sputnik il presidente del Consiglio dei rabbini europei Pinchas Goldschmidt.

“Ora le autorità europee si stanno occupando del problema basandosi sui dati statistici. Tuttavia, credo che la questione principale sia la diminuzione del numero di ebrei che vivono in Europa. Negli ultimi 20 anni, il loro numero è diminuito da 2 a 1,6 milioni: 400.000 ebrei hanno deciso di lasciare l’Europa. Questo è un dato di fatto”, ha detto Goldschmidt.

La maggior parte degli ebrei lascia l’Europa per Israele oppure per gli Usa, dove gli islamici sono molti di meno e l’estensione territoriale permette di non entrarci in contatto.

Adesso, secondo il rabbino, il compito principale della comunità in ogni paese è “stare in contatto con le autorità, parlare loro dei problemi della sicurezza e spronarli a fermare la propaganda antisemita”.

“Il problema è che molti leader europei dicono di non volere la fuga degli ebrei dall’Europa, ma in realtà non fanno nulla per impedirlo”, ha sottolineato Goldschmidt.

E voi, almeno, avete un piano b: noi dove andremo?

E’ chiaro che non c’è alternativa al blocco dell’immigrazione islamica.




2 pensieri su “Troppi islamici: 400mila ebrei in fuga dall’Europa”

  1. Ah, beh, se insieme a noi bianchi anche i nostri fratelli maggiori Ebrei verrano diluiti nell’immondo crogiuolo di razze a venire, come l’eroe biblico diremo, muoia Sansone con tutti i Filistei.

  2. Domandarsi come mai accadono certe cose non lo facciamo mai, vero rabbino? Se ti cacciano da un bar probabilmente il padrone è cattivo, se ti cacciano da 329 bar probabilmente hai un problema con l’alcol.

Lascia un commento