Gran Muftì: “Dobbiamo distruggere tutte le chiese”

Condividi!

Cosa pensano i religioni musulmani che chiedono la costruzione di moschee in Europa, sulla presenza di chiese nei loro territori?

Il più alto capo religioso musulmano dell’Arabia Saudita – e quindi del mondo musulmano – invita spesso alla distruzione di tutte le chiese presenti nella penisola arabica. L’ultima volta, quando i legislatori nello stato del Kuwait vararono leggi che vietano la costruzione di luoghi di culto cristiani.Top religioso musulmano saudita sceicco Abdul Aziz bin Abdullah (photo credit: YouTube schermo grab)

Parlando ad una delegazione in Kuwait, lo sceicco Abdul Aziz bin Abdullah, gran mufti dell’Arabia Saudita, spiegò che la “distruzione di chiese è assolutamente necessaria ed è richiesta dalla legge islamica”.

Abdullah, che è considerato il più alto esponente islamico nel regno musulmano sunnita, serve anche come capo del Consiglio supremo degli ulema (studiosi islamici) e del Comitato permanente per la ricerca scientifica e l’emissione di fatwa.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA

In Arabia Saudita non ci sono già oggi chiese o altri luoghi di culto non islamici. Anzi, è proibito anche riunirsi a pregare in case private o indossare una croce.

Ergo: ora chiedono di costruire moschee in Europa, quando saranno abbastanza, proibiranno la presenza di chiese. E’ tempo di bloccare l’immigrazione islamica: prima che sia troppo tardi.




Un pensiero su “Gran Muftì: “Dobbiamo distruggere tutte le chiese””

  1. ci vuole una legge che dichiari l’islam incompatibile con la legge Italiana e lo renda quindi fuori legge!

    Dopo di che tutte le moschee rase al suolo, senza distinzioni tra legali (una volta) e illegali e relative aree confiscate, se già di loro proprietà!

    Occhio per occhio…

Lascia un commento