Christchurch, anche il Giornale accusa i sovranisti

Condividi!

Ieri il Giornale, come Vox, attaccava l’assessore milanese Majorino per questo:

Majorino accusa sovranisti di essere terroristi: lui se ne intende

Oggi, un delirante articolo del blog del Giornale, ripete le stesse sciocchezze di Majorino:

http://www.occhidellaguerra.it/il-killer-di-christchurch-e-quel-filo-rosso-con-alt-right-europea/?fbclid=IwAR0fU6–EVRAhuVfjtHg-AV0NbQlhl_bFlzs8WAJH9AIcQyvUTcvGJd9yKw

Un network di suprematisti bianchi che si annida nel cuore dell’Europa e una rete di finanziamenti che sfrutta le piattaforme di criptovaluta per propagandare la supremazia della razza bianca, è questa la rete dei “patrioti” che potrebbe aver ispirato Brenton Tarrant: il killer di Christchurch.

Il nemico comune sono gli immigrati e la prolificazione di organizzazioni umanitarie che scendono in campo per sostenere il loro salvataggio e portarli in Europa, l’ideologia è quella del suprematismo bianco che deve in qualche modo fermare la “grande sostituzione” etnica che questi due fenomeni stanno causando.

[…]

Il complotto della “grande sostituzione”, è infatti il titolo del manifesto di Tarrant, il killer della strage delle moschee di Christchurch che sui caricatori del suo fucile d’assalto semiautomatico Ar-15 aveva scritto nomi di altri killer suprematisti come Anders Behring Breivik e Alexandre Bissonnette. L’obiettivo di questa ultra-destra sarebbe quello di fermare l’immigrazione e deportare nei Paesi di origine gli immigrati che starebbero ripopolando le terre dei bianchi. La chiamano “remigrazione”.

[…]

Il progetto di questa cosiddetta “generazione identitaria” ha tre obiettivi principali o linee d’azione: “Creare una rete dei progetti patriottici”, “rafforzare le opinioni conservatrici” e “supportare” i gruppi identitari europei. Il finanziamento per suffragare questo progetto si basa su donazioni effettuate in Bitcoin, la piattaforma di criptovaluta più diffusa al mondo e che non permette di tracciare i flussi di denaro. Altre donazioni vengono effettuare tramite la piattaforma PayPal.

[…]

Collegato alla piattaforma sarebbe anche l’azione della nave anti-migranti C-Star, in rotta nel Mediterraneo nel 2017 con la sola missione di bloccare le navi delle Ong impegnate nei salvataggi di migranti.

“Non farete dell’Europa la vostra casa”, era il messaggio che riportava un enorme striscione rosso e bianca lungo tutto lo scafo. Nel manifesto del killer australiano Breton Tarrant, che dopo la cattura ha subito esibito il gesto dei supramtisti bianchi dell’”Ok”, si legge chiaramente: “La nostra terra non è la vostra casa”, l’ideologia è senza dubbio la stessa.

Quindi chi non vuole immigrati islamici è terrorista? Anche Feltri?

Ricordiamo a chi ha scritto questo articolo che il Giornale collaborò con la nave C-Star dandone ampio e positivo risalto: anche il Giornale è parte del complotto suprematista bianco?

Rivendichiamo il diritto a vivere in un Europa (senza apostrofo, perché l’Europa deve tornare ad essere maschio) abitata da europei come gli africani vivono in un’Africa abitata da africani. Rivendichiamo il blocco dell’immigrazione e la remigrazione di clandestini e di elementi ostili, fino a raggiungere un livello di popolazione non europea a livelli precedenti la grande invasione iniziata all’inizio degli anni ’90.

Non è terrorismo. E’ legittima difesa.




2 pensieri su “Christchurch, anche il Giornale accusa i sovranisti”

Lascia un commento