Insulti a portiere 14enne, gara sospesa perché nero

Condividi!

Insulti definiti ‘razzisti’ a un calciatore 14enne della categoria giovanissmi durante una partita di calcio a Cairo Montenotte (Savona).

L’arbitro donna, una sensibilona, ha sospeso la gara due volte per gli insulti che i tifosi ventenni della tifoseria della Cairese avrebbero rivolto al portiere sudamericano della squadra del Priamar di Savona.

VERIFICA LA NOTIZIA

Non sappiamo se vero o no e di quali insulti si tratti. Ma allora, si dovrebbe interrompere le partite per ogni tipo di insulto: perché figlio di puttana no, e negro di merda si? Ce l’avete con le mamme?




Lascia un commento