Curiamo spacciatore tunisino e lui torna a spacciare morte

Condividi!

Massacrato di botte a Firenze, in piazza dei Ciompi, durante un feroce scontro tra spacciatori africani per il controllo del territorio.

Un branco di immigrati come lui, di spacciatori come lui, lo circondò e pestò brutalmente a colpi di mazze:

Era il 12 febbraio scorso. Da quel giorno l’immigrato è stato curato per 1 mese intero in ospedale, a spese degli italiani.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora, il 32enne tunisino è tornato a spacciare: cosa c’è di più idiota che curare uno spacciatore africano per farlo tornare a spacciare? Ma quanto siamo scemi?

L’immigrato, venerdì sera è stato arrestato dai carabinieri mentre vendeva l’ennesima dose a un ragazzo italiano. E’ stato rilasciato con il ridicolo “obbligo di firma”.

Per quella rissa choc fu arrestato un 16enne africano per tentato omicidio e altri tre tunisini vennero denunciati con la medesima accusa.

Ma non era meglio lasciarlo morire?




Un pensiero su “Curiamo spacciatore tunisino e lui torna a spacciare morte”

Lascia un commento