Pedofilia, vescovo choc: “Non obbligato a denunciare”

Condividi!

Un vescovo non è obbligato a procedere per mezzo di una denuncia in caso di reato di pedofilia. A spiegarlo è stato monsignor Domenico Sigalini in un’intervista a La Fede Quotidiana​.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il presule ha spiegato come “da vescovo” non abbia “alcun dovere di denunciare il sacerdote pedofilo”. E questo perché, stando alle dichiarazioni del consacrato, il “compito” sarebbe ascrivibile ai genitori – o meglio a chi esercità la potestà genitoriale – della presunta vittima. Ma il monsignore ha specificato pure come siano già presenti “la legge di Dio” e il “diritto canonico”. Quasi come a dire che a sanzionare la persona che ha commesso un abuso ci penseranno dall’alto. “Semmai – ha proseguito Sigalini all’interno della sua riflessione – io li aiuto di buon grado in questa operazione, li assisto e facilito il compito. Da vescovo – ha concluso – ho il dovere di aiutare il prete a cambiare la sua condotta. Come pastore devo aiutarlo a correggere il suo modo di comportarsi”.




Lascia un commento