Madre 26enne si filma mentre violenta il figlio di 4 anni, poi vende 30 video ai pedofili

Condividi!

Filmava i rapporti sessuali che aveva con il figlioletto di 4 anni e poi li vendeva ai pedofili in rete.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una donna di 26 anni è stata arrestata nella sua casa di Vinnytsia, Ucraina, con l’accusa di violenza sessuale aggravata e detenzione di materiale pedopornografico.

Numerosi file video sono stati recuperati sul suo computer: la immortalano mentre abusa del piccolo. Interrogata, avrebbe ammesso di aver venduto i suoi video-stupri a circa cento euro l’una.

In totale, ha registrato e messo sul mercato circa 30 video, guadagnando quasi tremila euro.

“Ero disperata quando una donna mi ha proposto un lavoro via e-mail – ha confidato la 26enne agli inquirenti durante il raid -. Mi ha detto che avrei dovuto cercare bambini per poterli utilizzare per riprese porno e che mi avrebbe pagata. Dovevo solo filmarli a casa loro, mentre i genitori erano fuori, oppure portarli da me. A quel punto, mi ha chiesto di cominciare con il mio bambino, convincendomi che non ci sarebbe stato nulla di strano e così ho accettato”.

Per lei le accuse sono di stupro, corruzione sessuale di minori, produzione e distribuzione di materiale pornografico.

Ulteriore dramma, il bambino è stato consegnato agli assistenti sociali e presto verrà inviato in un orfanotrofio.

Presto anche queste pratiche verranno legalizzate. Love is love direbbe Mieli.




Lascia un commento