Made in Italy, Salvini presenta legge per togliere marchio a chi produce all’estero

Condividi!

«Vuoi il marchio made in Italy? Allora produci in Italia». A dirlo è il ministro Salvini annunciando una proposta di legge della Lega a tutela dei marchi storici italiani.

«Vogliamo difendere con le unghie e con i denti e con leggi di buon senso le aziende italiane e i marchi storici: vuoi fare il cioccolato in Turchia? Allora metti Made in Turchia sui tuoi prodotti, senza usare marchio italiano. Questa sarà una grande battaglia che faremo dopo il 26 maggio», ha spiegato Salvini.

VERIFICA LA NOTIZIA

La legge è stata presentata a Montecitorio dal segretario Salvini insieme al capogruppo Molinari e Barbara Santamartini. Tutti i marchi storici facciano parte di un albo al Mise: non è possibile acquistare marchi made in Italy e poi produrre all’estero. No a delocalizzazione selvaggia. «L’obiettivo della proposta di legge non è ledere il libero mercato: se uno ha volontà di investire in Italia è benvenuto. Ma se vuoi usare qual marchio storico italiano, allora produci in Italia».

Il che è sicuramente giusto. Ma come la mettiamo con chi produce in Italia con immigrati al posto di italiani, a loro lo lasciamo?

Ad esempio, Fincantieri:

Scandalo Fincantieri: società pubblica con 60% di operai bengalesi

Se proprio dovessimo scegliere, meglio chi produce all’estero di chi lo fa in Italia assumendo stranieri al posto di italiani. Almeno non produce degrado in Patria.




Un pensiero su “Made in Italy, Salvini presenta legge per togliere marchio a chi produce all’estero”

  1. Devi produrre in italia….

    CON MATERIE PRIME ITALIANE….NON IMPORTANDO MERDA dall’estero….e TAROCCANDOLA qui da NOI
    per poi spacciarla come italiana con una bandierina tricoglione che serve solo a pulirsi il culo.

    E poi….
    Queste leggi……non vanno presentate come zoccolette da TV…ma imposte. E subito

Lascia un commento