Islamico massacra la fidanzata per strada: cranio fratturato

Condividi!

Trenta giorni di prognosi e una frattura all’orbita destra del cranio per una ragazza di 18 anni, pestata a sangue per strada. Dal fidanzato tunisino. L’hanno trovata sanguinata verso la mezzanotte di martedì i residenti, scesi in strada dopo avere sentito le urla.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per l’immigrato, un 27enne cittadino tunisino, solo una denuncia per lesioni. Le botte avrebbero compreso insulti, calci, schiaffi e spintoni. Gli agenti hanno trovato il responsabile del gesto dopo che si era dileguato. La 18enne invece è stata trasportata al Pronto Soccorso, fino alla pesante prognosi.

L’immigrato ha alle spalle diversi precedenti, oltre a un divieto di dimora in città, ma non in Italia. Una delle tante cazzate: il daspo urbano invece di quello nazionale.

Li espellete voi, o dobbiamo iniziare a fare pulizia da soli?




2 pensieri su “Islamico massacra la fidanzata per strada: cranio fratturato”

  1. Molte femmine più o meno befane e morte di fame nostrane andrebbero per prima cosa sedate ‘alla convergenza de’ pali’.
    La profilassi e, dove riscontrata la necessità, l’adozione del provvedimento coatto dopo rapida verifica su genere e precedenti del soggetto/i oggetto dell’accoppiamento con le infoiate, sono ormai di tale importanza che dovrebbero essere a carico della Mutua.

Lascia un commento