Spacca la bocca a vigilessa: salvo perché ha permesso umanitario

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ha rotto i denti ad una povera vigilessa di Conegliano (Treviso), colpendola con una violentissima ginocchiata in pieno volto proprio nel giorno della festa delle donna:

Profugo spacca i denti a vigilessa: libero

Ma come Vox ha già scritto, non è stato nemmeno arrestato: solo denunciato.

Claudio Mallamace, comandante della Polizia Locale di Conegliano, ha spiegato di come nonostante la denuncia lo straniero non potrà finire in carcere, a meno che il supermercato dove stava tentando il furto non decida di denunciarlo. Un furto vale più di una violenza contro una donna.

Non solo, l’espulsione è difficile perché l’africano gode di un permesso di soggiorno per motivi umanitari. Quello abolito dal decreto Salvini e resuscitato (temporaneamente) dalla Cassazione con una sentenza che aiuterà i delinquenti come questo gambiano e al suo collega Oseghale a rimanere in Italia.

E’ tempo di depotenziare la magistratura. Quella che “non è stupro se la ragazza ha i jeans” e che salva gli stupratori dall’espulsione.




Lascia un commento