Salvini querelato per frase: “La pacchia è finita!”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ieri, la notizia:

Salvini chiude il centro sociale che faceva soldi coi profughi

“Ma come? Il centro sociale incassava fior di soldi pubblici per l’assistenza dei ‘fratelli immigrati’ e non ha mai fatto manutenzione?”, aveva reagito Salvini. Che, poi, aveva chiosato: “La pacchia è finita!”.

Oggi gli estremisti rossi che facevano soldi con l’accoglienza, denunciano Salvini per la frase “la pacchia è finita” rivolta ai gestori del centro sociale, definendo l’espressione “pura speculazione”. Roba da matti.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Il ministro – dicono – ​sa fin troppo bene che i controlli svolti dal suo ministero dal lontano 2007 hanno sempre constatato l’eccellenza della relativa gestione, e sa bene che quei fondi sono finalizzati all’assistenza dei titolari di protezione internazionale, per cui dovrebbe il signor ministro guardarsi bene dall’istigare alla commissione di un reato, quello di distrazione di fondi, che avremmo senza dubbio commesso seguendo il suo consiglio di utilizzarli impropriamente per la manutenzione”.

Da domani gli attivisti del cesso sociale faranno partire da un bizzarro “presidio permanente in piazza della Prefettura”, mentre sabato, dicono, scenderanno in piazza per protestare contro il sequestro.

Ma mandarli al confino no?




Un pensiero su “Salvini querelato per frase: “La pacchia è finita!””

  1. Caro Presidente Putin,

    avrebbe ancora dei posti liberi per il collegio riformato di Kyzyl?
    Le manderemmo dei compagni che hanno sbagliato.

    Grazie mille.

    (Kyzyl si trova vicino al confine con la Mongolia nella ex repubblica sovietica di Tannu Tuva.)

Lascia un commento