Prima di Salvini: per i profughi sala hobby e corsi di pilates – VIDEO

Condividi!

Con il decreto Salvini, il costo giornaliero dell’accoglienza dei finti profughi scende da 35 ad una media di 21 euro a testa. Sempre troppi. Sempre più della pensione minima. Ma comunque un bel taglio, a giudicare dalle proteste delle coop e della Chiesa. Nonché della ‘ndrangheta.

Ma cosa accadeva, prima che la pacchia finisse?

Accadeva, ad esempio, che i fancazzisti africani e pakistani in fuga dalla guerra in Siria se la spassavano nella caserma Montello di Milano, fino alla recente chiusura trasformata in hotel per profughi.

montello-montello-1

Ogni profugo avevail suo portatile nuovo di zecca, pagato con i soldi dei contribuenti. Mentre le ‘nigeriane’ frequentavano corsi di cucito, una pausa dal vero lavoro che erano venute a fare in Italia.

Ma anche gli hobby erano gratis per i clandestini della Montello:

montello-montello-7

E poi, dopo una dura giornata di hobbies, arrivava l’ora di cena:

montello-montello-8

I contribuenti avevano anche comprato le nuove lavatrici a disposizione dei fancazzisti per lavare i panni dopo una giornata passata a giocare nel campetto di calcio interno:

montello-montello-6

E c’era anche la boutique interna. Poi passa a pagare il contribuente italiano:

montello-montello-2

A differenza delle affollate aule italiane, i fancazzisti avevano anche una bella bionda a loro disposizione e aule riscaldate:

montello-montello-3

Ovviamente, non poteva mancare la moschea. Poteva? No:

montello-montello-5

E comunque, in caso di noia, fuori cerano le slot ad attenderli. Dove spendere il pocket-money, lo stipendio da profugo:

montello-scommesse




Un pensiero su “Prima di Salvini: per i profughi sala hobby e corsi di pilates – VIDEO”

Lascia un commento