Torino, sgombero palazzine dello stupro

Condividi!

Per carità, tutto molto bello. E la fine del degrado nella zona.

Il problema è che non vengono caricati su aerei, questi delinquenti che hanno spacciato, stuprato e occupato abusivamente per anni: vengono spostati in appartamenti e strutture a spese dei contribuenti.

Con soldi del Comune di Torino, della Regione Piemonte, del Ministero dell’Interno, l’8 per mille e Fondazione San Paolo (quella della banca).




Lascia un commento