Moschea su terreni pubblici, indagato ex sindaco e deputato PD

Condividi!

Incredibile, l’amministrazione PD di Umbertide ha violato la legge pur di realizzare la moschea. Chissà gli intrallazzi con la comunità islamica ‘locale’

VERIFICA LA NOTIZIA

La procura della Repubblica di Perugia ha notificato all’ex sindaco PD di Umbertide, Giampiero Giulietti (ex parlamentare, sconfitto dalle recenti elezioni) e a quattro assessori della Giunta del 2013 (la legislatura Giulietti era 2004-2013) un avviso di garanzia per concorso in abuso d’ufficio.

Al centro dell’inchiesta la delibera di giunta in cui viene concesso l’ampliamento del terreno per l’associazione culturale islamica della cittadina: area dove sono iniziati i lavori per la realizzazione del centro culturale meglio noto come moschea.

La città è ora guidata da Luca Carizia della Lega, ma durante l’amministrazione PD sarebbero stati commessi abusi da parte del Comune per l’assegnazione dei lotti di terreno (ex serra comunale) alla Associazione culturale islamica che ottenne poi per la concessione edilizia per far sorgere il tempietto islamico la cui costruzione è tuttora in corso.

Il procedimento – è riportato nei giornali – era stato avviato in seguito all’esposto presentato già nel 2017 da Valerio Mancini (consigliere regionale della Lega). Al centro dell’indagine c’è non tanto la prima acquisizione dell’ex serra comunale in via Madonna del Moro (nel 2011) quanto la successiva acquisizione come ampliamento. Circa 1.849 metri quadrati che l’associazione denominata “Centro Culturale Islamico di Umbertide”, ha comprato per 105.900 euro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Matteo Salvini è intervenuto sulla vicenda: “Un ex sindaco e quattro assessori di centrosinistra indagati per la costruzione della maxi moschea a Umbertide, in Umbria – ha detto il leader della Lega -. Alla magistratura il compito di fare luce sulla vicenda, alla Lega quello di lavorare per sfrattare anche dalla Regione (dopo tante realtà come il Comune di Umbertide) questo centrosinistra dannoso, che malgoverna e che ha malgovernato. A noi il compito di riparare ai gravi errori di chi ci ha preceduto”.

Matteo Salvini era venuto a Umbertide, proprio davanti al cantiere della moschea, in due occasioni: nel 2016 e nel 2018.

Secondo noi, andrebbe aperta un’indagine globale sui rapporti tra il PD e i Paesi islamici. Soprattutto quelli ricchi di Rolex.




Lascia un commento