Consulta stupefacente: sconto di pena agli spacciatori

Condividi!

E’ sproporzionata la pena minima di ot-
to anni prevista per i reati non lievi
in materia di stupefacenti.Così la Cor-
te Costituzionale che, con la Sentenza
n.40 depositata oggi ( relatrice Marta
Cartabia), ha dichiarato illegittimo l’
articolo 73,primo comma,del testo unico
sugli Stupefacenti (dpr n.309 del 1990)
là dove prevede come pena minima edit-
tale la reclusione di 8 anni e non di 6

VERIFICA LA NOTIZIA

Rimane inalterata la misura massima
della pena, fissata in 20 anni di re-
clusione, per i fatti più gravi.

Già oggi gli spacciatori non finiscono in galera, come nel tristemente noto caso dell’omicidio stradale di Porto Recanati, ci mancavano queste toghe rosse d’alto bordo a peggiorare la situazione.

Se pensate che sia normale che 15 emeriti sconosciuti, non eletti ma nominati dalla sinistra negli ultimi anni, decidano in vece di 60 milioni di italiani, allora siete pronti a votare Pd. Il partito della minoranza che vuole comandare sulla maggioranza.

La Consulta va abolita. O almeno depotenziata: può decidere solo all’unanimità. Altrimenti è una sorta di Parlamento di noneletti.




Lascia un commento