Vescovo fa abbattere baraccopoli immigrati sul suo terreno

Condividi!

Blitz congiunto di polizia municipale e carabinieri sulla litoranea di Magazzeno, tra Salerno e Pontecagnano Faiano, guidato dal parroco.

VERIFICA LA NOTIZIA

All’alba sono stati rasi al suolo 25 alloggi abusivi realizzati su un terreno di proprietà della Curia. Sul posto anche il legale della parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Picciola Alessandro Rizzo ed il parroco don Paolo Carrano.

“L’intervento si è reso urgente e necessario per il ripristino della legalità in un territorio fortemente condizionato da fenomeni di abusivismo, furti e prostituzione, nonchè al fine di garantire i diritti della proprietà dei fabbricati, testimoniando anche la precisa volontà di combattere soprusi e anomalie, partendo proprio da una zona lasciata per anni all’incuria ed all’abbandono”, si legge in una nota del comune guidato dal sindaco Giuseppe Lanzara.

“Stamattina abbiamo dato luogo ad un intervento importante, che ha dato il via ad una serie di azioni che gradualmente libereranno non solo gli insediamenti abusivi ma tutta la città da un modus operandi in cui questa Amministrazione non si riconosce e che non le appartiene. Siamo grati alle forze dell’ordine, che hanno lavorato con alto senso di responsabilità e professionalità, e a quanti ancora ci sosterranno nel progetto di trasformazione della nostra Pontecagnano Faiano!, ha commentato l’assessore all’urbanistica Carmine Spina.

Capito la Curia?




Un pensiero su “Vescovo fa abbattere baraccopoli immigrati sul suo terreno”

  1. Circolano tonacazzi froci col culo altrui, altri con il proprio e altri ancora che piamente praticano entrambe le attività.
    Più quelli che trombano.
    Muggisci mandria, muggisci.
    Amen.

Lascia un commento