Svizzera rimpatria i ‘profughi’ eritrei, quelli della Diciotti

Condividi!

Il Consiglio nazionale svizzero ha trasmesso al governo, con 127 voti contro 51 e 2 astenuti, una mozione del senatore Damian Müller (PLR/LU) che chiede di riesaminare i casi dei migranti provenienti dall’Eritrea. Il governo era favorevole all’atto parlamentare: il riesame dei dossier dei profughi eritrei è del resto già iniziato, ha spiegato la consigliera federale Karin Keller-Sutter.

VERIFICA LA NOTIZIA

Finora sono state valutate, nel quadro di un progetto pilota, alcune centinaia di casi concernenti persone sole. Nella metà dei dossier la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) è giunta alla conclusione che può essere revocato lo statuto dell’ammissione provvisoria. La situazione è invece diversa per le famiglie e i minorenni. Al termine della valutazione verrà stilato un rapporto.

Noi quando? Ricordiamo che per la Diciotti dissero che erano ‘profughi’ perché si dichiaravano eritrei: in Eritrea non ci sono guerre.




Lascia un commento